IL FASCINO DISCRETO DEI COLLI BERICI

13 Maggio 2024 - News, Vini

Un territorio che conserva intatto il suo fascino paesaggistico, tra boschi, vigne, piccoli centri ben tenuti e ville Palladiane

Alle porte di Vicenza

I Colli Berici costituiscono l’area paesaggisticamente più rilevante del vicentino a Sud del capoluogo.

Le viti assecondano il paesaggio berico, lasciando poi il passo alla coltivazione dell’olivo. Salendo è invece il bosco a farla da padrone, a regalare panorami suggestivi e passeggiate molto interessanti.

Il clima dell’area si caratterizza per la presenza di estati calde e di inverni relativamente freddi, mentre le precipitazioni sono più scarse rispetto alla pedemontana veneta e ripartite in modo abbastanza omogeneo lungo l’anno.

Dalle vigne alle ville di Palladio

Dal punto di vista storico e architettonico, le colline a sud di Vicenza sono alquanto note per ospitare diverse ville disegnate da Andrea Palladio, riconosciuto come il più importante architetto che il mondo occidentale abbia mai prodotto, e da alcuni allievi e collaboratori dell’epoca.

Sparse nel vicentino e nei Colli Berici a testimonianza della sua arte, diverse magnifiche ville e di sontuosi edifici sono il testamento imperituro del suo genio architettonico.

Il Tai Rosso

Il vitigno Tai Rosso è considerato un simbolo dei Colli Berici. Si tratta di un vino dal colore rosso rubino più o meno carico, fino a granato. Bouquet caratterizzato da viola e lampone. Sapore asciutto, morbido con sentori di frutta di bosco, prugna e lampone.

L’ampelografia consente di accostare il Tai rosso al Cannonau di Sardegna e al Grenache del Sud-est francese e all’Alicante rosso (o nero) di Spagna.

Non solo Tai Rosso

Nei Colli Berici si producono molti altri vini oltre al Tai rosso: Merlot, Cabernet franc, Cabernet sauvignon e Carmenère i più rilevanti tra i rossi. I bianchi vedono invece una prevalenza di Pinot bianco, Garganega e Sauvignon. Le tipologie Colli Berici Bianco e Rosso prevedono invece un taglio di vini da varietà diverse: Garganega e Sauvignon per il Bianco, Merlot e Tai Rosso per il Rosso. I vini rossi rappresentano circa il 70% della produzione totale, il rimanente 30% è costituito da vini bianchi.

Iniziativa finanziata dal Complemento di Sviluppo Rurale per il Veneto 2023-2027

Organismo responsabile dell’informazione: Consorzio Tutela Vini Colli Berici e Vicenza

Autorità di gestione regionale: Regione del Veneto – Direzione AdG FEASR Bonifica e Irrigazione